Ozzano dell'Emilia
4 -1 °

Scopri i 5 luoghi da visitare a Ozzano dell'Emilia

Ammira i luoghi più belli di Ozzano dell'Emilia e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Mostra permanente - "Il museo della città romana di Claterna"

L'allestimento ha sede al terzo piano del Palazzo della Cultura e propone, con un approccio didattico, un inquadramento completo della città romana attraverso i materiali recuperati negli scavi effettuati fra la fine dell'Ottocento e gli anni '60 del Novecento. In un percorso anulare si affronta inizialmente la storia della città e della sua riscoperta, per passare poi ad esaminare la struttura urbanistica e le caratteristiche dei principali spazi urbani, pubblici e privati; chiude l’itinerario un richiamo alle indagini attualmente in corso. Al centro dello spazio espositivo, alcune vetrine il


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo dell'Istituto Nazionale Fauna Selvatica

Presso la sede dell'Istituto, il museo riunisce circa diecimila preparati tassidermici e scheletrici di uccelli e mammiferi ordinati in numerose collezioni. Il nucleo dei mammiferi accoglie rari esemplari di rapaci, di lupo appenninico e di orso marsicano. All'esterno dell'edificio sono stati riprodotti alcuni ambienti naturali della pianura padana che, con la messa a dimora di essenze vegetali autoctone e l'immissione di alcune caratteristiche specie faunistiche, svolgono una funzione didattica rivolta alla rinaturalizzazione dell'ambiente agricolo e ad una corretta gestione faunistica. Obiet


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo di Anatomia degli Animali Domestici

Il Museo di Anatomia degli Animali Domestici è stato istituito nel 1882 dal Professore Clemente Papi, ordinario di Anatomia Veterinaria nell'Università di Bologna,il quale incrementò il nucleo già esistente di circa cento preparati, eseguiti da Gaetano Gaddi e Luigi Alfredo Gotti, docenti dello Studio bolognese. Già nel 1885 la raccolta comprendeva 665 preparati e nel corso del Novecento tal numero è raddoppiato; la collezione è poi rimasta inalterata fino al 1910, anno in cui il Professore Papi si è ritirato dall'incarico. Oggi la raccolta vanta più di 2000 preparati anatomici, riguardanti tu


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo di Anatomia Patologica e Teratologia Veterinaria "G.B. Ercolani"

Il museo nasce dalla raccolta del Gabinetto d’Anatomia Comparata della Pontificia Università di Bologna iniziata al tempo del regime napoleonico sotto la direzione prima di Germano Azzoguidi (1807-1814) e poi di Gaetano Gandolfi (1814-1819). Attualmente consta di più di 2800 preparati; di particolare pregio sono i disegni a colori e soprattutto le mirabili plastiche (modelli) in gesso, creta e cera, riproducenti reperti patologici originali in uguale volume e colore. Rilevante per numero e rarità dei casi è la raccolta di scheletri d'animali con mostruosità. Assai ricca la dotazione di patolog


Vai alla scheda


AGGIUNGI

RACCOLTA DI ANTICHI STRUMENTI CHIRURGICI VETERINARI

La Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna possiede una raccolta di antichi strumenti della Clinica chirurgica e della Clinica Ostetrica, recentemente recuperata.
Questa raccolta fu per la prima volta portata a conoscenza del grande pubblico nel 1984 con la mostra "Materiali dei Musei della Facoltà di Medicina Veterinaria" allestita nell'ambito delle manifestazioni del bicentenario dell'insegnamento veterinario a Bologna.
La maggior parte degli strumenti chirurgici può essere datata prima del XIX secolo. Molti di essi sono stati forgiati a Bologna da industrie quali Bergamini


Vai alla scheda