Forlì
H 23 °

Scopri i 30 luoghi da visitare a Forlì

Ammira i luoghi più belli di Forlì e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Abbazia di San Mercuriale

La chiesa, in mattoni nel tipico color rosso forlivese, si presenta con la caratteristica facciata romanica "a capanna", suddivisa in tre parti corrispondenti alle tre navate interne. La navata centrale è rafforzata da due contrafforti delimitanti la rientranza ad arco che ospita il rosone, la lunetta e il portale marmoreo. Il portale è costituito da sottili colonne di marmo chiaro, finemente scolpite, due delle quali, tortili, non giungono fino a terra ma sono completate, nelle medesime forme, da laterizio. Le


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Armeria Albicini

La raccolta è quasi interamente costituita dalle armi collezionate dal marchese Raffaello Albicini e donate alla città dal figlio Livio all'inizio del '900. Inizialmente collocata nel Palazzo della Missione, l'Armeria è stata trasferita nel 1922 all'interno di Palazzo Merenda dove tuttora conserva pressoché intatto l'originale ordinamento. L'allestimento, in tre grandi ambienti del piano nobile decorati con gli emblemi araldici delle principali famiglie forlivesi, con la disposizione delle armi 'a trofeo' e la parata di armi in asta r


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Cattedrale di Santa Croce

La cattedrale di Santa Croce, è il duomo di Forlì e sede del vescovo della diocesi di Forlì-Bertinoro. Al suo interno, nella cappella sinistra, si trova la xilografia della Madonna del Fuoco, patrona della diocesi.

Storia

L'attuale aspetto neoclassico, frutto dei grandi lavori che seguirono l'abbattimento della primitiva chiesa romanico gotica, le fu conferito dall'architetto Giulio Zambianchi che completò la nuova fabbrica nel 1841. Della struttura precedente rimangono la cappella del Santissimo Sacramento nella navata destra e la grande cappella della Madonna del Fuoco nella navata sinistra r


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Chiesa di Santa Maria della Visitazione (Forlì)

La chiesa di Santa Maria della Visitazione, meglio conosciuta come chiesa del Suffragio, è situata a Forlì, all'incrocio fra piazza Saffi e corso Repubblica.

Storia e architettura

Il progetto della chiesa è stato a lungo ritenuto dell'architetto Giuseppe Merenda, ma non è esclusa la possibile attribuzione al camaldolese Paolo Soratini. La costruzione dell'edificio è da datare al 1723, anche se per lungo tempo i lavori di costruzione rimasero incompiuti, in modo particolare la facciata, che venne terminata sono nel 1933 in base al progetto originale.
La chiesa è a pianta ellittica, mentre lo spaz


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Chiesa di Sant'Antonio Abate in Ravaldino

La chiesa di Sant'Antonio Abate in Ravaldino è una chiesa parrocchiale di Forlì.

Storia

La prima pietra dell'edificio venne posta nel 1705 su iniziativa dall'ordine dei Carmelitani Scalzi di S. Teresa. Nel 1798 divenne chiesa parrocchiale al posto della vicina Chiesa di Sant'Antonio Vecchio, oggi divenuta Sacrario dei Caduti.
Le fasi della realizzazione della chiesa sono state tre:
la prima, dal 1705 al 1732, a cura di Carlo Cesare Scaletti.
la seconda, dal 1732 al 1773, durante la quale venne costruito il corpo principale dell'edificio secondo un progetto, probabilmente di Giuseppe Merenda, che s



Vai alla scheda


AGGIUNGI

Chiesa di Sant'Antonio Vecchio

La chiesa di Sant'Antonio Vecchio è una piccola chiesa romanica situata in Corso Armando Diaz al centro di Borgo Ravaldino a Forlì.

Storia


La chiesa venne edificata nei primi anni del XII secolo per volontà dell'abate del monastero vallombrosiano di Fiumana come parrocchia. Quando il giurisdionalismo napoleonico pretese di determinale e luoghi di culto necessari, il parroco abbandonò la chiesa e nel 1798 trasferì la sede parrocchiale nella vicina chiesa di Sant'Anna dei Carmelitani Scalzi (l'odierna chiesa di Sant'Antonio Abate). Da allora, il degrado del complesso fu vertiginoso. Divenne magaz


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Collezione d'Arte della Cassa dei Risparmi di Forlì

Trae origine dalla costante attività dell'Ente Cassa nell'avviare ed ampliare nel tempo, con particolare sensibilità, la raccolta di significative opere di artisti, soprattutto locali. Il criterio sotteso alla formazione della collezione ha privilegiato, naturalmente, soprattutto gli artisti che hanno dato lustro nel tempo alla città di Forlì e ne hanno accresciuto il valore culturale. Si tratta dunque di opere appartenenti a personalità che hanno gravitato e lavorato a Forlì e che appartengono alla città romagnola non soltanto per nasci


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Corso Giuseppe Mazzini

Corso Giuseppe Mazzini è una delle principali vie del centro di Forlì nonché via del passeggio e del commercio. Collega Piazza Saffi con la Via Ravegnana.
Corso Mazzini è la via centrale di Borgo San Pietro che comprende la zona nord-est di Forlì. Attualmente il borgo non possiede più l'aspetto quattrocentesco ma si presenta ottocentesco. A ricordare l'antico aspetto c'è solo un portico con capitelli in pietra Il rione è così chiamato perché un tempo vi di trovava la chiesa di San Pietro in Scottis, rifugio per i pellegrini scozzesi. Fino al 1741 in fondo al borgo sorgeva la Rocca di San Petro


Vai alla scheda