Ferrara
Q 3 °

Scopri i 33 luoghi da visitare a Ferrara

Ammira i luoghi più belli di Ferrara e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Castello Estense

Inaugurato nel 1998, l'itinerario museale comprende gli interrati, le sale gotiche al piano terra, le ex cucine, la Torre dei Leoni, l'Appartamento dello Specchio e consente di visitare quindici ambienti del Castello, seguendo un percorso che dai sotterranei della Torre dei Leoni, con le prigioni, si collega al piano terra per arrivare al piano nobile. Si ripercorrono in questo modo gli ambienti un tempo abitati dai Duchi, in cui è possibile ancora ammirare l'apparato decorativo, caratterizzato da marmi e affreschi. Tra il 2001 e il 2003 gli ambienti di interesse storico, ar


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Cattedrale di San Giorgio

La facciata della cattedrale, costruita in stile romanico, presenta numerosi e articolati particolari di rilievo quali logge,arcate, statue, rosoni e bassorilievi. Alcuni particolari, posteriori alla creazione della facciata, presentano caratteristiche gotiche come il Giudizio universale posto sul protiro sorretto da due ippogrifi o la statua della Madonna col Bambino posta in una loggia sopra il portale centrale.
L'interno della chiesa risulta completamente differente rispetto al corpo esterno: a tr


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo dei Diamanti

La sua caratteristica principale è il bugnato esterno a forma di punte di diamante, che danno il nome al palazzo.

Celebri anche le candelabre e le decorazioni fitomorfe d'angolo tradizionalmente attribuite a Gabriele Frisoni un tagliapietre originario di Mantova.

All'interno presenta un tipico cortile rinascimentale con chiostro e un pozzo di marmo; quest'ultima è caratteristica peculiare dei giardini ferraresi.

Al piano nobile il Palazzo ospita la Pinacoteca Nazionale, con d


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Piazza Trento e Trieste

Piazza Trento e Trieste è la più importante piazza di Ferrara situata nel cuore del centro storico cittadino.

Era chiamata in passato "Piazza delle Erbe", nome che derivava dall'omonimo mercato che si teneva nell'antichità.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Via delle Volte

Via delle Volte si trova nel centro medievale di Ferrara e prende il nome dai numerosi archi e passaggi sospesi che la attraversano.
Ha un'aspetto molto affascinante e anche la sera, con le luci gialle e rarefatte, l'effetto scenico è molto suggestivo.
 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Monastero di Sant'Antonio in Polesine

Fu fondato nell'alto medioevo dagli agostiniani e nel 1297 passò alle monache benedettine della beata Beatrice II d'Este, figlia del marcheseAzzo VII. Da allora il monastero fu sempre protetto e patrocinato dagliEstensi.

La chiesetta pubblica del complesso è in stile barocco, con un bel soffitto affrescato nel Seicento da Andrea Ferreri. La chiesa interna, per i religiosi, possiede tre cappelle affrescate:

Quella di sinistra presenta le Storie dell'infanzia di Gesù e della Vita della Vergine di scuola giot


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo di Casa Romei

Casa Romei fu costruita dal mercante Giovanni Romei circa alla metà del XV secolo e abbellita in occasione delle sue nozze con Polissena d'Este. Il cortile dai modi tardogotici e le decorazioni fiorite, la Sala della Sibille e dei Profeti e lo "Studiolo" costituiscono un corpus artistico unico a Ferrara. Posteriori le grottesche che ornano le Sale al primo piano (XVI secolo), quando la casa faceva parte del complesso conventuale del Corpus Domini. Acquisita al demanio dello Stato nel 1898, Casa Romei divenne un vero e proprio Museo nel 1953, accogliendo raccolte di affresc


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Palazzo Schifanoia

Il museo ha sede dal 1898 in Palazzo Schifanoia, comprende una serie di collezioni che testimoniano la storia cittadina. Le sue origini risalgono al XVIII secolo, quando furono istituiti il Museo Pubblico, la Biblioteca e l'Accademia del Disegno in Palazzo Paradiso, sede dell'Università. Attualmente le raccolte, presentate in modo parziale o a rotazione, sono sistemate nelle sale del Quattrocento e nell'ala trecentesca del palazzo. Il primo nucleo, costituito dalla raccolta lapidaria, venne formato nel 1735 a Palazzo Paradiso. Fu però l'acquisto del fondo numismat


Vai alla scheda