Piacenza
Q 6 °

Scopri i 24 luoghi da visitare a Piacenza

Ammira i luoghi più belli di Piacenza e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Basilica di San Savino

La basilica di San Savino, dedicata al secondo vescovo cittadino dopo San Vittore. In un'urna all'interno dell'altare principale riposano le spoglie del santo.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Basilica di Santa Maria di Campagna

Ospita numerose opere d'arte fra cui un vasto ciclo pittorico manierista del primo Cinquecento del Pordenone, e tele barocche di Guido Reni e dei Procaccini.

Di stile rinascimentale si trova in piazzale delle Crociate, così chiamato perché in questo luogo papa Urbano II bandì la prima crociata nel 1095.


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Basilica di Sant'Antonino

La basilica di Sant'Antonino, patrono di Piacenza, è un esempio di architettura romanica ed è caratterizzata da una grossa torre ottagonale.
Fu voluta da san Vittore, il primo vescovo della città, intorno al 350 e fu ultimata nel 375; conserva le reliquie di Antonino, martire cristiano ucciso presso Travo, in Val Trebbia. 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Chiesa di San Francesco

È realizzata in stile gotico lombardo del XII secolo(1278-1373). Sulla facciata sono visibili due contrafforti, un rosone, una cuspide e alcune guglie, mentre archi rampanti sono presenti sui lati; su quello destro è ancora esistente parte dei chiostri di cui rimane un porticato. Al suo interno, ornato di affreschi del XV e XVI secolo, venne proclamata l'annessione della città al Regno di Sardegna (1720-1861) nel1848. Il portale mediano della basilica reca al sommo una lunetta con il rilievo di San France


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Duomo

La cattedrale di Santa Maria Assunta e Santa Giustina, importante esempio di architettura romanica in Italia, è stata costruita tra l'anno 1122 e il 1233. 

La costruzione del campanile si protrasse sino al 1333 e, nel 1341, venne incoronato con una scultura in rame dorato raffigurante un angelo, detta Angil dal Dom.
La facciata a capanna è in marmo rosa veronese e arenaria.
 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Facsal

Viale pubblico passeggio, o Facsal, Faxhall, è la passeggiata nel verde del centro storico. Il Facsal è il percorso su una parte di ciò che è rimasto delle vecchie mura. Ombreggiato da platani secolari e in posizione di rilievo (essendo appunto posto sulle mura cittadine rinascimentali), è luogo di passeggiate o riposo sulle numerose panchine di cui è disseminato. Parte dal centro storico (corso Vittorio Emanuele II) e arriva fino al piazzale della Libertà, non lontano dalla stazione ferroviaria. Il nome Facsal è una storpiatura di quello


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Galleria Alberoni

La Galleria ha riaperto i battenti al termine di una complessa ristrutturazione che ne ha rinnovato l'allestimento e consentito la messa a norma degli spazi, in particolare la Sala degli Arazzi, secondo criteri conservativi e microclimatici. Oggi è così possibile ammirare l'eccezionale collezione dei diciotto arazzi esposta nella sua completezza. Il percorso espositivo riqualificato e ampliato si propone di valorizzare le preziose collezioni artistiche qui conservate, ricche di importanti dipinti fra i quali opere di Gian Paolo Panini, Domenico Viani, Zenone Veronese, Gio


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Galleria d'Arte Moderna "Ricci Oddi"

La Galleria Ricci Oddi è stata inaugurata nel 1931, negli spazi dell’ex Convento di San Siro, riadattati a museo dall’architetto Giulio Ulisse Arata. La gestazione della fruizione pubblica della collezione di Giuseppe Ricci Oddi fu assai lunga e problematica, proprio perché il Comune desiderava ottemperare i desideri del mecenate piacentino che aveva voluto destinare alla sua città una raccolta di rilievo artistico dalla pubblica utilità. La raccolta d’arte, a lui contemporanea, per Giuseppe Ricci Oddi (1868-1937) era iniziata nel 1897 con un gusto


Vai alla scheda