Russi
7 1 °

Scopri i 6 luoghi da visitare a Russi

Ammira i luoghi più belli di Russi e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Museo Civico

La rocca trecentesca dà ospitalità ad una serie di collezioni di diversa origine e natura: opere d'arte di proprietà dell'azienda AUSL di Ravenna relative al territorio provinciale (dipinti, pale d'altare, immagini religiose, maioliche, paramenti sacri); mappe e disegni del territorio russiano provenienti dall'Archivio Storico comunale; testimonianze significative di Luigi Carlo Farini ed Alfredo Baccarini (acquerelli, sculture ecc.) e lavori degli esponenti dell'arte pittorica del Novecento a Russi: Silvio Gordini e Cino Cantimori. Sono esposte opere di proprietà del Comune di Russi, della Pr


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo della Vita Contadina in Romagna

L'origine del museo risale ad un'iniziativa didattica della fine degli anni Sessanta, avviata dal maestro Luigi Silvestroni, che impegnò le famiglie degli alunni elementari in una ricerca sulla storia agricola locale. In alcuni locali della scuola si conservano circa mille oggetti e suppellettili tipici della casa rurale ravennate dell'Ottocento, attrezzi per il lavoro nei campi, sull'aia e nella stalla, utensili provenienti da botteghe artigiane e dal corredo degli ambulanti. Su alcuni temi essenziali della civiltà materiale, quali “canapa e tessitura”, "grano e pane", "baco da seta", "latte


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Museo dell'Arredo Contemporaneo

Sorto nella seconda metà degli anni Ottanta per volontà di Raffaello Biagetti, pittore, artigiano e titolare di un negozio di arredamento, il museo si prefigge di illustrare la storia del design attraverso testimonianze ed opere che hanno scandito il percorso cronologico di questo fenomeno artistico e socio-culturale che ha caratterizzato il Novecento a livello globale. La collezione permanente, allestita con l’ausilio di esperti del settore come Giovanni Klaus Koenig, Giuseppe Chigiotti e Filippo Alison, è composta da trecento pezzi fra mobili, lampade e oggetti d’arredamento, esposti all’int


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Raccolta di Campane

Nasce dalla passione di Tino Babini, cultore e ricercatore di memorie locali. Dedicandosi fin da giovane all'indagine storica e alla ricerca di reperti dell'arte campanaria, egli è riuscito a mettere insieme una delle più singolari collezioni di campane - unica nella regione - formata da circa sessanta esemplari, secoli, alcuni dei quali di raro pregio, diastribuiti nell'arco di cinque secoli. La campana più antica risale al 1589, di fattura romagnola-bolognese, senza indicazioni di fonderia. È presente un esemplare unico avente il cappello - cosa assai strana - eseguito nella fonderia Golfier


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Teatro Comunale

Una prima sala teatrale autonoma viene costruita a Russi di Romagna tra il 1812 nel 1813, con i proventi ricavati dalla vendita degli effetti di casermaggio della Reale Gendarmeria comunale. In precedenza le rappresentazioni teatrali si tenevano in uno spazio inadatto e insufficientemente attrezzato: nel locale detto Scuola Vecchia, che confinava con la Chiesa arcipretale e la Casa della Compagnia di Carità . Nel 1811 si pensò di trasformare questa sede in teatro: fu costruito infatti con platea rettangolare e quattordici palchetti su tre ordini, disposti parallelamente al palcoscenico; q


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Villa Romana di Russi

La villa rustica di Russi conobbe il massimo splendore tra il I e il II sec. d.C., quando il complesso venne completamente ristrutturato, anche scenograficamente, da un proprietario probabilmente arricchitosi vendendo le eccedenze agricole alla flotta militare romana che, dall'epoca di Augusto, aveva sede a Ravenna.

La villa era gestita da un liberto con mansi


Vai alla scheda