Reggio Emilia
7 -4 °

Scopri i 16 luoghi da visitare a Reggio Emilia

Ammira i luoghi più belli di Reggio Emilia e aggiungili al tuo itinerario. YAMGU creerà il tuo viaggio ideale considerando distanze, orari di apertura e meteo.


AGGIUNGI

Piazza Prampolini (Piazza Duomo)

Piazza del Duomo di Reggio Emilia o piazza Vittorio Emanuele II ora piazza Camillo Prampolini - detta anche "Piazza Grande" in contrapposizione alla "Piazza Piccola" (piazza San Prospero) - assunse la forma e l'aspetto attuale nel periodo rinascimentale.

Sul lato nord si erge il Palazzo del Monte, da cui si innalza la torre civica con l'orologio. Sul lato opposto si erge il palazzo del Municipio, con la Sala del Tricolore e, a sud-est, la Torre del Bordello, oggi sede di uffici comunali.

Di fronte a Palazzo del Monte &eg


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Duomo

La Cattedrale di Santa Maria Assunta  è di impianto romanico.
L'attuale facciata si presenta incompiuta, con un rivestimento cinquecentesco progettato da Prospero Sogari detto Il Clemente al primo livello. La parte inferiore è difatti costituita da lesene incornicianti nicchie con le statue di quattro santi (Grisante, Venerio, Daria e Gioconda) protettori della città. 
Al di sopra della facciata il tiburio accoglie la grande statua cinquecentesca in bronzo dorato della Madonna con Gesù Bambino.
 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Teatro Romolo Valli

La magnificenza del teatro Municipale non dovrebbe apparire come inadeguata alla città. Il teatro Municipale non è da considerare infatti un edificio a sè stante ed anomalo ma anzi vero e proprio specchio della più significativa e celebre tradizione teatrale della città. Si perdono nel tempo le cronache con notizie che dimostrano la passione non comune - rispetto al resto della regione - dei cittadini reggiani per le rappresentazioni teatrali. Non sembra nascere per caso allora nemmeno la saggistica che fin dall'Ottocento ha voluto raccontare la storia de


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Basilica di San Prospero

È dedicata al patrono della città. Testimonianza insigne del barocco emiliano, è collocata nel centro di Reggio Emilia e ospita, sotto l'altar maggiore, le vestigia del santo.
La facciata risale alla metà del Settecento, opera di G.B. Cattani, e ospita undici statue di Santi protettori e dottori della Chiesa. Al limite del sagrato sono collocati sei caratteristici leoni in marmo rosso di Verona la cui destinazione originale era di sostenere sei colonne per costruire tre pronai davanti alle tre porte della Basilica. 

Curiosità:la devozio


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Piazza San Prospero

La piazza prende il nome dall'omonima basilica ed è una delle più importanti della città. È chiamata anche Piazza Piccola ed è collegata da una strada porticata (il Broletto) alla Piazza Grande, cioè Piazza del Duomo.
La piazza è caratterizzata dalla presenza di 6 statue di leoni in marmo rosso sul sagrato della basilica del 1503 realizzate dallo scultore reggiano Gaspare Bigi. Nella piazza si tiene il mercato bisettimanale della città, il martedì e il venerdì.
 


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Centro di Documentazione Storia della Psichiatria

Istituito nel 1991 dall'Unità Sanitaria Locale n.9, dalla Provincia di Reggio Emilia e dall'Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia Romagna, il centro documenta la storia della psichiatria manicomiale a Reggio Emilia. Conserva il patrimonio bibliografico, archivistico e iconografico dell'Istituto Neuropsichiatrico di San Lazzaro, situato nel vasto complesso di edifici sorto sul luogo utilizzato nel Duecento come lebbrosario e destinato dal 1536 all'accoglienza degli alienati. Adibito a luogo di cura nella prima metà dell'Ottocento, ospita servizi sa


Vai alla scheda


AGGIUNGI

COLLEZIONE MARAMOTTI

Risale a più di trent’anni fa il proposito di Achille Maramotti di costituire una raccolta d’arte contemporanea che diventasse poi un luogo esemplare di fruizione estetica e intellettuale, aperto a un pubblico di conoscitori e interessati. La collezione doveva essenzialmente rappresentare, nelle sue intenzioni, uno specchio del movimento delle idee artistiche più avanzate del proprio tempo. Fino al 2000, un certo numero di opere acquistate venivano esposte per lunghi periodi negli spazi di passaggio dello stabilimento Max Mara in via Fratelli Cervi a Reggio Emilia: l&


Vai alla scheda


AGGIUNGI

Galleria Parmeggiani

Singolare esempio di casa-museo privata, la galleria ha sede nel palazzetto in stile eclettico eretto tra il 1924 e il 1930 su progetto di Ascanio Ferrari per ospitare le raccolte d'arte del collezionista Luigi Parmeggiani (Reggio Emilia, 1860-1945). Compongono la raccolta arredi, armi, oreficerie, tessuti e dipinti antichi che offrono una panoramica sulla produzione artistica europea dal medioevo al XIX secolo, testimoniando l'interesse artistico e il valore documentario dei diversi settori. L'ingente patrimonio, accorpato nella Parigi cosmopolita dell'ultimo quarto dell'O


Vai alla scheda